Produzione Responsabile

Nella valutazione dei nostri fornitori, la sostenibilità ha lo stesso peso dei criteri di valutazione principali (Qualità, Servizio e Costo). La moda è da sempre amata perché sinonimo di creatività ed espressione di sé. Allo stesso tempo si stima che l’industria tessile impieghi ogni anno l’energia equivalente al consumo di 132 milioni di tonnellate di carbone e più di 6000 miliardi di litri d’acqua. (Rupp, Jurg, “Ecology and Economy in Textile Finishing”, Textile World). Il nostro impegno in questo senso è quello di coniugare una forte spinta creativa con la riduzione degli impatti associati. L’innovazione verso la sostenibilità ci permette di adottare nuove soluzioni oggi, senza che queste costituiscano dei problemi domani e ci stimola a sviluppare prodotti sempre migliori attraverso la ricerca di materiali e processi produttivi virtuosi.

Vogliamo che la sostenibilità sia un elemento caratterizzante di tutti i nostri prodotti e non si limiti ad una capsule collection. Per questo lavoriamo per identificare soluzioni che possano essere applicate a tuttI i nostri prodotti e contribuiscano in misura sostanziale al nostro costante miglioramento. Oggi, ogni azienda si trova nel mezzo di una sfida: da una parte l’aumento continuo della domanda di risorse da parte dei sistemi industriali, dall’altra il declino della disponibilità di risorse naturali e della capacità della terra di rigenerarsi. Per superare la sfida, ci facciamo guidare da principi scientifici di sostenibilità che rappresentano anche una forte spinta all’innovazione.

“La modernità ha fallito. Bisogna costruire un nuovo umanesimo altrimenti il pianeta non si salva.”
-(Albert Einstein)

In una Società Sostenibile

Tutti i nostri prodotti sono sottoposti a test chimico-fisici, in modo da avere la certezza che rispettino i limiti che abbiamo definito sull’uso delle sostanze potenzialmente pericolose. Questi limiti sono più restrittivi rispetto a quanto previsto dalla Normativa internazionale e sono adottati volontariamente da Fastbpack.

Le QUATTRO cose che non possiamo più permetterci di fare.

Non possiamo estrarre sostanze dalla crosta terrestre più velocemente di quanto la natura impiega per riassorbirle nei propri cicli (es. metalli pesanti, combustibili fossili…)

Non possiamo produrre sostanze e prodotti più velocemente di quanto la natura impiega per riassorbirli nei propri cicli (es. pesticidi, detersivi…)

Non possiamo distruggere fisicamente gli ecosistemi più velocemente di quanto impiegano per rigenerarsi (es. deforestazione, cementificazione…).

Non possiamo agire in modo che altre persone non siano in grado di soddisfare i propri bisogni umani fondamentali, ma dobbiamo assicurare per tutti: Salute, Partecipazione, Sviluppo di competenze, Imparzialità, Valorizzazione dell’individuo.

Start typing and press Enter to search

Shopping Cart